news - attivazionigratuite.it

Monopoli: importanti investimenti nei sistemi per il gioco online

Monopoli: importanti investimenti nei sistemi per il gioco online.

Approvato dall’Agenzia delle Dogane e Monopoli il Piano della performance 2017-2019, il Piano strategico per il triennio 2018-2020, il Piano Pluriennale degli investimenti per il triennio 2018-2020 e il budget economico 2018. Previsto, nel documento programmatico per il 2018, che fissa costi e investimenti per l’Agenzia, un budget complessivo da 937 milioni di euro, una spesa da 837 milioni di euro per i costi di gestione e di 100 milioni di euro per gli investimenti. Inoltre è stato definito un limite di spesa mensile non superiore “a 75,7 milioni di euro” nella fase di esercizio provvisorio, per un periodo non superiore a quattro mesi. Confermato poi l’organico di 12.580 unità dell’agenzia. Tra le macroaree in cui è suddiviso il Piano Pluriennale degli investimenti per il triennio 2018-2020, anche progetti di evoluzione del sistema informativo: “I progetti comprendono le attività inerenti l’innovazione e lo sviluppo del sistema informatico di ausilio alle attività istituzionali in materia di giochi e di tabacchi, nonchè quelle finalizzate a potenziare i servizi on-line di comunicazione e supporto agli utenti interni ed esterni e a ottimizzare i servizi e i costi di gestione del personale”.

In particolare per quanto concerne la Macroarea di Evoluzione del sistema informativo (ICT), per gli apparecchi da divertimento e intrattenimento è previsto un finanziamento di oltre 12 milioni di euro equamente ripartito in 4.023.000 euro nel 2018, 4.023.000 euro nel 2019 e 4.023.000 euro nel 2020: “Nel progetto vengono pianificati interventi che mirano ad incrementare il numero delle verifiche e dei controlli sul territorio effettuati per contrastare il gioco illegale tramite, l’automazione dei relativi processi, nonché dei processi amministrativi (come ad esempio, quello per il rilascio del certificato di conformità per l’installazione in esercizio dei sistemi di gioco VLT). Inoltre, la realizzazione e l’evoluzione dei sistemi di securizzazione previsti per le tipologie di apparecchi faciliteranno il monitoraggio e la conduzione della rete telematica da parte dei concessionari”. Oltre 4,2 milioni di euro saranno invece investiti in Business Inteligence per giochi, tributi, tabacchi/accise e analisi strategiche, equamente ripartiti in 1.489.000 per il 2018, 1.489.000 per il 2019 e 1.489.000 per il 2020: “L’evoluzione e l’utilizzo degli strumenti di BI offrono la possibilità di effettuare analisi di dettaglio in tempo reale sulla situazione delle aree di riferimento. Pertanto, rendono possibile realizzare previsioni sull’andamento dei giochi, di valutare l’andamento della raccolta e di monitorare il gioco on line”. Oltre 3 milioni saranno dedicati al sistema per il gioco a distanza, equamente ripartiti in 1.048.000 euro per il 2018, 1.048.000 euro per il 2019 e 1.048.000 euro per il 2020: “I benefici attesi riguardano principalmente l’evoluzione del sistema amministrativo e dei controlli per allinearlo alla normativa vigente nonché alla introduzione di nuove tipologie di gioco. Saranno inoltre agevolati i controlli sui concessionari sia in fase di rilascio della concessione che durante l’esercizio della stessa attraverso la generazione di segnalazioni relative a comportamenti anomali. L’evoluzione della gestione automatizzata, oltre ad ottimizzare le prestazioni, garantirà una maggiore tutela dei giocatori e trasparenza del gioco tramite il costante monitoraggio e presidio del settore del gioco a distanza”. Per il sistema per il Gioco del Bingo destinati 450.000 euro per il 2018, 450.000 euro per il 2019 e 450.000 euro per il 2020: “Il progetto prevede interventi che consentiranno un costante incremento della usabilità del Sistema di controllo del gioco attraverso una sua evoluzione, la gestione del protocollo di comunicazione e l’adeguamento per l’introduzione di nuove tipologie di gioco e/o per la nuova gara”. Per il Sistema per i Giochi numerici a Totalizzatore Nazionale 487.000 euro per il 2018, 487.000 euro per il 2019 e 487.000 euro per il 2020: “Il progetto, migliorando l’usabilità del sistema di controllo, punta ad ottenere un incremento dell’efficienza del controllo del gioco nell’ottica della rilevazione del gioco illegale ed una maggiore efficienza nel controllo contabile e amministrativo”.

Per Giochi Ippici e Sportivi 1.180.000 euro per il 2018, 1.180.000 euro per il 2019 e 1.180.000 euro per il 2020: “I benefici attesi riguardano la corretta gestione di tutti gli avvenimenti ippici e sportivi inseriti nei palinsesti anche attraverso l’aggiornamento ed il continuo miglioramento delle architetture e dei sistemi per garantire il mantenimento di un elevato grado di affidabilità, sia a livello di prestazioni che di sicurezza. Inoltre, l’automatizzazione dei processi di creazione, gestione e controllo degli avvenimenti e delle scommesse a quota fissa consentirà di migliorare l’efficienza dei processi stessi grazie alla riduzione dei tempi di gestione e alla minore probabilità di errore. Infine, l’adeguamento alla normativa di gioco e l’inserimento di nuove tipologie di scommesse punta anche ad ottenere un sempre maggiore favore del pubblico dei giocatori e a contrastare il gioco illegale”. Oltre 3,9 milioni di euro saranno destinati alla Gestione delle Concessioni e degli adempimenti dei Concessionari dei Giochi, equamente ripartiti in 1.359.000 euro nel 2018, 1.359.000 euro nel 2019 e 1.359.000 euro nel 2020: “Il progetto è volto alla semplificazione, ottimizzazione e dematerializzazione dei processi amministrativi per la gestione e il controllo degli adempimenti a cui sono tenuti i concessionari dei giochi ippici e sportivi. L’automatizzazione dell’intero iter di concessione consente, inoltre, una maggiore tracciabilità ed efficienza nella gestione dei flussi finanziari tutelando, al contempo, i giocatori e la trasparenza del gioco”. Infine, al Gioco del Lotto e Lotterie, 540.000 euro nel 2018, 540.000 euro nel 2019, 540.000 euro nel 2020: “Il sistema sarà reso più affidabile tramite la bonifica dei dati non congruenti. La maggiore usabilità del sistema comporterà anche il beneficio di un aumento della produttività. Inoltre, dal processo di automazione del processo di gestione della gara si otterrà una maggiore efficienza nei controlli”. cdn/AGIMEG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su
Chiama ora!