fbpx
perchè aprire un punto scommesse (pvr)

10 Buoni Motivi per Aprire un Punto Scommesse con AttivazioniGratuite.it

10 Buoni Motivi per Aprire un Punto Scommesse con AttivazioniGratuite.it

Ormai da un pò di anni il nostro Brand è diventato un punto di riferimento per le attività commerciali che vogliono inserire al proprio interno un Punto Scommesse; grazie al rapporto continuo con i nostri punti, abbiamo integrato la nostra offerta, in relazione alle esingenze del cliente, dando vita ad un pacchetto di servizi che ottimizza l’operatività e i guadagni dei nostri Punti, sia per le attività che vogliono aprire da zero per dedicarsi totalmente al mondo delle Scommesse Sportive, sia per quelle attività già in essere che hanno bisogno di un guadagno extra  (tipo: Bar, Tabacchi Sale Giochi, Internet Point, Edicole, Cartolerie ma anche Circoli). Il nostro obiettivo è quello di fornire un servizio completo ed efficiente, capace di abbattere la concorrenza e costituire un vantaggio economico per i clienti, grazie all’eliminazione di qualsiasi costo di affiliazione o canone mensile.

Lavorando a stretto contatto con i nostri punti, abbiamo capito quali sono gli elementi essenziali sul quale bisogna porre maggiore attenzione, e proprio per questo abbiamo puntato i nostri investimenti su due cavalli vincenti: la possibilità di avere il Fido Settimanale e, per chi vuole allestire una sala dedicata ai nostri servizi, la Strumentazione in Comodato d’uso Gratuito.

Questi incentivi, che si vanno ad aggiungere al già da tempo praticato rimborso della gratica interna e estena del locale, alleggeriscono notevolmente l’investimento iniziale del nostro affiliato, limitando le spese di realizzazione del Punto Scommesse a poche migliaia di euro (costi di mobilio, eventuali opere murarie, impianti elettrici, costi di locazione del locale, ecc).

Ad oggi entrare nel Business delle Scommesse Sportive con AttivazioniGratuite.it è davvero molto semplice.  Noi diamo le basi, sta poi ai nuovi imprenditori dimostrare di poter fare la differenza e diventare membro effettivo della squadra di AttivazioniGratuite. 

 

10 motivi per aprire un pvr scommesse


Per richiedere la nostra Consulenza, contattaci tramite la nostra pagina dedicata:

Affiliazioni Punti Scommesse


 

internet point scommesse

Scommesse, il Tribunale di Bari a favore di un Internet Point, la Sentenza limita l’applicazione del Decreto Balduzzi

Scommesse, il Tribunale di Bari a favore di un Internet Point, la Sentenza limita l’applicazione del Decreto Balduzzi

 

Vi riportiamo un articolo pubblicato su Agimeg, dove tramite la sentenza del Tribunale di Bari sono state annullate due sanzioni alzate dai Monopoli di Stato nei confronti di un internet point, nello specifico, i PC all’interno dell’attività erano stati utilizzati per effettuare delle operazioni di gioco su un sito legale, autorizzato dai Monopoli di Stato, e i funzionari dei Monopoli di Stato avevano notificato un verbale poichè, secondo la loro interpretazione, tale comportamento andava contro i principi del decreto Balduzzi. Speriamo che con questa ennesima sentenza si faccia finalmente chiarezza sull’applicazione del decreto Balduzzi, norma che non può limitare nè la liberta personale nè violare la privacy di clienti. Auspichiamo che finalmente l’ADM emani una circolare che non lasci possibilità di incomprensioni e che definisca i limiti di applicazione di tale decreto.

Il Tribunale di Bari annulla due sanzioni per 20mila euro ciascuna emesse nei confronti di un internet point, i cui computer erano stati utilizzati per accedere a dei siti di gioco. L’esercizio però non era un ctd camuffato, non aveva adottato misure per aggirare i blocchi dei siti illegali, semplicemente “quando i funzionari dell’ADM hanno effettuato un controllo, hanno scoperto che nella cronologia di navigazione compariva anche il dominio di un operatore con concessione italiana” spiega a Agimeg Vincenzo Matera, l’avvocato che ha assistito il centro. “I funzionari hanno sanzionato l’internet point sulla base di una norma contenuta nel decreto Balduzzi del 2012, l’art. 7 comma 3 quater”.

Questa norma però “non fa distinzione tra gioco legale e gioco illegale, sanziona semplicemente chi mette a disposizione del pubblico un dispositivo che consente di raggiungere un qualunque sito di gioco”. E in effetti questa norma ha creato non poche incertezze “Ho decine di casi simili in tutta Italia” osserva ancora Matera.

Nel caso dell’internet point pugliese, “Quello che abbiamo evidenziato nel ricorso, e che il giudice ha condiviso, è che il titolare di un internet point non può controllare su quali siti vadano a navigare i clienti. Se lo facesse, violerebbe la privacy degli avventori, come prevede anche il diritto comunitario. Anche per questo l’ADM è dovuta intervenire con una circolare, per chiarire che i normali pc a navigazione libera – che non siano preimpostati per raggiungere determinati siti illegali – non violano la previsione del decreto Balduzzi. Quell’articolo nasce per colpire i totem, quelle macchine che originariamente distribuivano non delle vincite in denaro ma dei premi in natura, e che poi venivano modificate per raggiungere siti illegali”. Comunque si tratta di una questione complicata, visto che il giudice nelle sentenze, “ha ricostruito il quadro normativo, anche alla luce delle circolari dell’ADM e del diritto comunitario in materia di privacy, e sul diritto costituzionale all’informazione”.

come aprire un punto scommesse pvr

5 punti per aprire un PVR Scommesse di Successo

5 punti per aprire un PVR Scommesse di Successo

Il PVR (Punto Vendita Ricarica) Scommesse è un servizio di promozione che svolge un’attività commerciale per conto di un concessionario di gioco a distanza. In particolare il servizio si basa sull’apertura e ricarica dei conti gioco del sito di scommesse presso la propria attività commerciale. L’affiliazione PVR, essendo contrattualizzabile esclusivamente con un Concessionario di Gioco a Distanza dei Monopoli di Stato, esclude qualsiasi possibilità di affiliazione a piattaforme non legali e non riconosciute dallo stato.

Inoltre, a differenza di un rapporto commerciale puramente online, come per esempio i siti quali Bwin, Bet365, Pokerstar, Starcasino, (etc), con il PVR c’è la possibilità di promuovere il sito di gioco all’interno della propria attività commerciale, con il vantaggio di disporre di tanti strumenti di gestione professionali, un’operatività concreta e sicuramente dei ricavi migliori, più idonei a chi ha un rapporto diretto con la propria clientela.

Vediamo quali sono i 5 requisiti che permettono di valutare un servizio PVR scommesse nel suo complesso.

Ci sono tante domande e dubbi che un esercente o imprenditore si pone prima di aggiungere le scommesse all’interno del proprio locale, domande tipo:

  • Ma cosa è veramente importante quando si attiva il servizio PVR Scommesse?
  • Quali caratteristiche deve avere un sito di scommesse per piacere ai miei clienti?
  • Come valutare un’offerta commerciale?
  • A cosa è necessario dare la priorità?

Per semplificare tutte queste domande e avere gli strumenti per fare la scelta più corretta, abbiamo elencato 5 punti per aprire un PVR Scommesse di Successo:

  • Le Quote delle Scommesse Sportive:

Tantissimi giocatori, soprattutto quelli più assidui e che scommettono con maggiore interesse, spesso si informano e sono molti attenti sulle quote dei siti di scommesse, soprattutto quando hanno intenzione di giocare importi rilevanti. Per questo è fondamentale, ed è per questo che è stato inserito come primo punto nella nostra lista, affiliarsi ad un sito PVR scommesse che ci permetta di lavorare sapendo di offrire un prodotto concorrenziale a livello di quote e percentuali di bonus, quindi che garantisca sempre delle vincite più alte rispetto alla concorrenza, soprattutto quando si apre da zero e si devono attirare nuovi clienti nella propria attività in zone dove sono presenti più PVR o addirittura Agenzie Scommesse. Quindi per avere la certezza di scegliere un prodotto concorrenziale, conviene fare una semplice prova, cioè simulare una stessa giocata con almeno 10/15 squadre, con lo stesso importo, su diversi siti di scommesse entro pochi minuti di differenza: questa simulazione ci darà una visione chiara sul valore della piattaforma a cui doversi affiliare;

  • Bonus di Registrazione:

Un altro aspetto a cui tengono particolarmente i giocatori di scommesse sono i Bonus di registrazione, ovvero degli incentivi che i bookmaker offrono ai clienti che aprono un conto gioco sul sito di scommesse. In questo caso ci sarà una sezione sul sito dedicata alle “Promozioni” o “Bonus”, con tutte le informazioni e le condizioni per richiedere tali incentivi;

  • Guadagni (Schede Provvigionali) ed eventuali Costi o Canoni:

Per chi ha un’attività commerciale, e quindi ha già diversi introiti presso il proprio locale, ma anche per chi deve investire per aprire un nuovo locale dedicato alle scommesse, inserire un nuovo servizio e quindi dedicare tempo e lavoro ad una attività aggiuntiva deve essere conveniente. E’ importante, quindi, valutare che il guadagno potenziale di una attività non causi un aumento dei costi fissi;  la soluzione più sicura per lavorare ( quella che offre anche AttivazioniGratuite.it) è il famoso Turnover Settimanale + Utile mensile Scommesse, con il quale il PVR affiliato percepirà un fisso percentuale esclusivamente sul totale giocato settimanale ogni settimana, e in più a fine mese gli verrà accreditata una provvigione ulteriore in base agli utili (perdite dei clienti) che ha generato al bookmaker.
Perché consigliamo questa soluzione?
Questa soluzione permette al Punto Scommesse di avere anche in caso di alte vincite una quota di guadagno sul giocato garantita e avere cosi la certezza di maturare un guadagno sul volume di giocato generato dalla propria rete di clienti. Naturalmente, ed è ovvio, è sempre meglio a fine mese che l’utile (cioè GIOCATO – VINTO – TASSE)  sia sempre positivo, in modo da percepire sia il Turnover a base settimanale che l’Utile Mensile, guadagnando cosi praticamente il doppio;

  • Evitare intermediari ed Affiliarsi direttamente ad un Concessionario dei Monopoli di Stato:

Molto spesso capita di essere contattati o addirittura collaborare con siti di scommesse senza sapere che gli stessi non sono dei Concessionari dei monopoli diretti, ma a loro volta collaborano in modo subordinato attraverso un contratto di Sub-mandato con un Concessionario dei Monopoli di Stato. Questo vuol dire che la società mandataria (un concessionario dei monopoli di stato) è la vera responsabile del pagamento delle vincite e delle garanzie presso ADM, e il sito con cui ci affiliamo è a sua volta solo un promotore, un intermediario, per conto della società madre. In questo caso il sito sub-mandatario dovrà riconoscere, in base all’accordo commerciale stabilito, un utile o una percentuale sui volumi di giocato movimentato dall’intera rete, dovrà riconoscere dei costi di concessione e costi di assistenza, e mantenere naturalmente per se dei margine di guadagno. E’ ovvio, pertanto, che quando ci si affilia ad una sito di scommesse non titolare diretto della concessione, è presente un passaggio in più nella filiera, e questo incide sul prodotto finale del Punto Scommesse sotto vari aspetti, per esempio: schede provvigionali meno convenienti per l’attività commerciale, quote scommesse meno competitive, meno elasticità nell’accettazione delle giocate in base al rischio, assistenza nella maggiori parte dei casi più macchinosa e lenta.
Come fare per capire se il sito è di un concessionario diretto?
Semplice, basta leggere le note in basso alla home page; infatti ogni sito di scommesse ha l’obbligo di specificare queste informazione nella pagina principale, dove sarà specificato se il sito è concessionario e proprietario della piattaforma o solo se promuove per conto di altri il servizio.

  • Incentivi per l’attivazione del servizio PVR Scommesse (offerta commerciale):

Aldilà degli aspetti prettamente pratici ed operativi che abbiamo elencato, quando si aggiunge un servizio PVR nel proprio locale, è importante poterlo presentare ai propri clienti in un certo modo, dando un senso di professionalità e affidabilità e trovando il miglior accordo commerciale con il partner scommesse scelto. In questo, AttivazioniGratuite.it, ha una proposta commerciale particolarmente vantaggiosa per le attività che devono aprire da zero un locale dedicato alle scommesse, ma anche per attività già operative come: Bar, Tabacchi, Cartoleria, Edicole, Sale Giochi, Internet Point e Circoli, in cui prevediamo tanti aiuti concreti e di assoluto vantaggio per i nostri affiliati, ecco solo alcuni esempi:

  • Sopralluogo e Consulenza di un Agente di zona,
  • Corso di fomazione gratuito sul posto,
  • Rimborso delle Grafiche Interne ed Esterne del locale,
  • Strumentazione in Comodato d’uso Gratuito,
  • Fido settimanale,
  • Possibilità di abbinare una piattaforma dedicata ai Servizi completa e concorrenziale.

campo di calcio - pvr scommesse attivazionigratuite.it

Come funziona un PVR Scommesse

Come funziona un PVR Scommesse 

Scopriamo i Vantaggi e le Funzionalità per un esercente che attiva il servizio di PVR Scommesse (Punto Vendita Ricarica) presso la sua attività.

Partendo già dall’iter di attivazione del servizio, molto semplificato, in cui non si presentanto particolari adempienze a livello burocratico, infatti non ci sono per il titolare del punto oblighi di iscrizione ad una specifica categoria di attività presso la Camera di Commercio (poichè non esiste un codice ateco esclusivamente dedicato al servizio pvr), nè la necessità di autorizzazioni della Questura (art. 88 tulps), nè tanto meno comunicazioni agli uffici del Comune dove è situato il locale (questo ovviamente quando il servizio viene inserito in locali già in attività). La soluzione di Punto Scommesse dà la possibilità di proporre alla propria clientela un prodotto autorizzato dai Monopoli di Stato e un portafoglio di Giochi assolutamente completo e variegato.

Vediamo nel dettaglio i Giochi online presenti generalmente sulle piattaforme PVR:

  • Scommesse Sportive,
  • Casinò,
  • Slot Machine,
  • Poker,
  • Ippica,
  • Bingo,
  • Virtual,
  • Lotterie.

 

Elenco di Vantaggi offerti dall’affiliazione PVR:

  • Nessun costo di attivazione, né canoni,
  • Guadagni sugli utili di rete,
  • Prodotto garantito da Adm,
  • Nessun vincolo Distanziometrico e d’orario,
  • Gestione di ricarica e prelievo dai conti gioco autonoma.
servizio punto scommesse pvr online - attivazionigratuite.it

Il funzionamento della piattaforma madre di un PVR è generalmente semplice ed intuitivo, e le funzioni a disposizione degli esercenti sono rappresentate da varie possibilità, tipo: la sezione di registrazione dei conti gioco (in cui l’operatore deve compilare una scheda di registazione del cliente che vuole giocare, che ricordiamo è un obbligo per i PVR a differenza delle classiche Agenzie/Corner con scommesse da banco), i report (dove vengono sintetizzati i volumi generati su tutti i giochi dalla propria rete su base temporale), l’estratto conto (dove è possibile consultare i dati relative alle ricariche effettuate e le provvigioni acquisite), la sezione ricarica (dove sarà possibile all’esercente caricare il proprio conto madre con vari strumenti, in genere: carte di credito, postepay, bonifico, ecc), la lista utenti (dove sono presenti tutti i conti già registrati presso il punto e da dove è possibile ricaricare il credito ai giocatori) e naturalmente le schermate per effettuare scommesse e stampare il palinsesto.

Cosa differenzia l’offerta PVR di AttivazioniGratuite.it?

Rispetto alle tradizionali offerte presenti sul mercato, AttivazioniGratuite.it permette di attivare il servizio Scommesse PVR con 3 condizioni di Assoluto Vantaggio:

  • Incentivi sulla realizzazione della sala,
  • Margini di guadagno,
  • Offerta completa sia di Giochi che Servizi.
offerta speciale scommesse - attivazionigratuite.it

Ma scopriamo nel dettaglio la nostra offerta:

La nostra offerta commerciale pemette di aprire da zero un locale e dedicarlo prevalentemente alle Scommesse oppure di aggiungere il nostro servizio in attività già in essere, quali: Bar, Tabaccherie, Sala Giochi, Internet Point, Edicole, Cartolerie, Circoli Ricreativo, ecc. Per ogni attività vi sarà una consulenza mirata alle diverse esigenze, infatti oltre che abbattere ogni tipo di costo di attivazione o canone, diamo la possibilità di richiedere ai nostri affiliati la strumentazione di sala in comodato d’uso gratuito, mettiamo a disposizione un fido settimanale e inoltre rimborsiamo le spese di realizzazione delle grafiche esterne e interne del locale. Sono sicuramente possibilità importanti e uniche nel mercato dei PVR, che solo il nostro brand garantisce, ma è fondamentale sottolineare che tutti questi incentivi vengono poi abbinati ad altissimi margini di guadagno (i nostri clienti percepiscono il 60% dell’utile lordo generato sulle scommesse sportive); questi margini, in caso di importanti volumi di gioco realizzati, potranno anche aumentare ulteriormente, nel rispetto di una giusta collaborazione meritocratica. Ultimo aspetto da sottolineare, sicuramente non per importanza, è l’offerta a 360° che offriamo: la nostra affiliazione PVR Scommesse non si limita ai soli Giochi online, ma diventa uno strumento per fidelizzare i clienti ed aumentare il movimento all’interno dei locali nostri affiliati grazie ai tanti servizi che garantiamo. Infatti ai clienti che attiveranno la piattaforma giochi sarà data la possibilità di aggiungere anche tanti altri servizi, quali:

  • Ricariche telefoniche,
  • Pagamento bollettini postali,
  • Rav, mav,
  • Bollo auto,
  • PagoPa,
  • Spedizione pacchi,
  • F24,
  • Biglietteria, ecc

Questi ed altri servizi che nel tempo implementeremo, sono naturalmente senza canoni, con aggi di assoluta convenienza per l’affiliato, ancora di più perché al netto di qualsiasi costo di gestione.

Per maggiori dettagli, o se vuoi conoscere l’iter di attivazione del sevizio PVR, contattaci tramite Whatsapp o inoltra la tua richiesta tramite l’apposito modulo contatto.

numero whatsapp di attivazionigratuite.it
rulli slot

Campania, entra in vigore La Legge Regionale

Campania, entra in vigore La Legge Regionale

 

gioco legale campania

Si comunica che in data  4 Marzo 2020 è entrata in vigore la Legge Regionale della Campania nr. 2/2020 recante “Disposizioni per la prevenzione e la cura del disturbo da gioco d’azzardo e per la tutela sanitaria, sociale ed economica delle persone affette e dei loro familiari”

La legge indica le competenze della Regione che disciplina e monitora le attività per il gioco attraverso la regolamentazione degli orari di esercizio e delle distanze da luoghi sensibili.

 

Distanziometro a 250 metri.  Vietata la nuova apertura di attività di gioco (sale, corner, esercizi pubblici che installano apparecchi) ad una distanza dai luoghi sensibili inferiore a 250 metri misurata dall’ingresso principale degli edifici;  per le attività già esistenti, le disposizioni regolanti le distanze non sono applicabili, a condizione che detti esercizi siano  dotati o che si dotino entro 240 giorni dall’entrata in vigore della legge, di una serie di requisiti e presidi finalizzati a prevenire e contrastare il fenomeno del disturbo da gioco d’azzardo, come ad esempio l’accesso selettivo all’offerta di gioco, la videosorveglianza, la partecipazione dei titolari delle attività ai corsi di formazione previsti dalla legge).

Le distanze minime dai luoghi sensibili si applicano, dopo 12 mesi dall’entrata in vigore della legge, alle attività esistenti anche nel caso in cui l’ingresso delle stesse sia situato a meno di 250 metri dal luogo sensibile se entrambi i luoghi sono situati sulla facciata dello stesso edificio.

Su ogni apparecchio deve essere indicata la data di collegamento della rete telematica.

 

I luoghi sensibili. Vengono considerati luoghi sensibili gli istituti scolastici (comprese scuole dell’infanzia e nidi), le strutture sanitarie e ospedaliere, le strutture residenziali operanti in ambito sanitario, scolastico o socio-assistenziale, i luoghi di culto.

 

Gli orari. Per quanto riguarda gli orari di esercizio delle slot, i Comuni dovranno introdurre una differente disciplina per gli esercizi pubblici e le sale. Gli esercizi pubblici come bar, tabacchi, ecc. dovranno osservare una sospensione di complessive 12 ore giornaliere, di cui 10 consecutive nella fascia notturna e di ingresso scolastico (23-9), e le restanti 2 nella fascia diurna di uscita dalle scuole, dalle 12,30 alle 14,30. Per le sale invece è prevista una sospensione di 8 ore giornaliere complessive e consecutive, dalle 2 alle 10. Tali orari non si applicano agli apparecchi senza vincita in denaro. Nel caso in cui i Comuni non adottino misure di adeguamento alle suddette fasce orarie entro 90 gg dall’entrata in vigore le medesime si intenderanno obbligatorie.

 

Nuove aperture. Il testo specifica che “non costituisce nuova apertura il semplice trasferimento di titolarità delle attività, così come non costituiscono nuova installazione la sostituzione degli apparecchi per guasto o vetustà in corso di validità del contratto.

Il trasferimento di sede è invece sottoposto alla disciplina delle distanze.

La normativa sulle distanze non si applica agli esercizi che esercitino attività di distribuzione e vendita di generi di monopolio a patto che sia garantito il controllo visivo degli apparecchi o la presenza di personale adeguatamente formato e comunque purchè gli apparecchi non siano installati in aree materialmente o visivamente separate.

 

Corsi di formazione la Giunta Regionale emetterà una Delibera relativa all’obbligo formativo.

 

Sanzioni:

  • Da 1.000 a 5.000 Euro per ogni apparecchio da gioco e blocco telematico del medesimo nel caso di installazione degli apparecchi in assenza di soluzioni tecniche volte ad evitare l’accesso dei minori al gioco e ad avvertire il giocatore dei rischi di dipendenza dal Dga.
  • Da 200 a 1.200 Euro per omessa esposizione materiale informativo sul Dga (fatte salve le sanzioni previste dalla normativa nazionale che restano sempre valide).
  • Da 5.000 a 15.000 Euro con sequestro dell’apparecchio per la nuova apertura di negozi scommesse, sale dedicate, corner o sale bingo in violazione delle distanze (l’obbligo di rispetto delle distanze per questa tipologia di esercizi è previsto dall’entrata in vigore della legge, 4 Marzo 2020).
  • Da Euro 250 ad 1500 per uso abusivo del logo regionale “No gambling Campania” i cui contenuti grafici dovranno comunque essere prima predisposti dalla Giunta Regionale.
  • Da Euro 1.000 a 3.000 per inadempienza all’obbligo formativo (dovrà prima essere approvata delibera attuativa da parte della Giunta Regionale).

Per quanto concerne l’installazione di singoli apparecchi di cui all’art.110 comma 6  del Tulps in esercizi generalisti (Es:Bar) i Comuni dovranno adeguarsi alle disposizioni regionali sulle distanze entro 90 gg dall’entrata in vigore, in mancanza l’obbligo di rispetto della distanza minima prevista sarà efficace anche per questa tipologia di esercizi.

 

In considerazione di quanto riportato nell’art.1 della Legge l’obbligo di rispetto delle distanze minime dai luoghi sensibili deve considerarsi applicabile esclusivamente agli apparecchi con vincita in denaro, ai locali dotati di licenza ex art.86 o 88 Tulps che installino apparecchi con vincita in denaro, ai corner, alle sale scommesse ed alle sale bingo. Associazione Nazionale Sapar

Assolto un PVR con postazioni internet dalla Corte d’Appello di Lecce

Assolto un PVR con postazioni internet dalla Corte d’Appello di Lecce

Con sentenza depositata il 2 gennaio 2020 la Corte d’Appello salentina ha riformato integralmente la sentenza di primo grado, con cui la titolare di un PVR collegato ad un noto concessionario, era stata condannata per via di una serie di elementi sulla cui base era stata ritenuta la sussistenza del reato di raccolta abusiva di gioco e scommesse, attesa la sussistenza dell’intermediazione da parte della stessa titolare.

Tale reato, a detta del primo giudice, era configurabile per via della presenza di ben 12 postazioni Internet, regolarmente utilizzate dai clienti per giocare, nonché ricevute di prenotazioni di giocate reperite presso il locale e fattura di provvigioni maturate dal centro pagate dal concessionario in base al volume della raccolta.

In appello, la difesa rappresentata dall’avvocato Marco Ripamonti (in foto), ha ricostruito l’intero assetto normativo depositando anche circolari della Agenzia delle Dogane e dei Monopoli ed affermando la rispondenza a legge dei sistemi provvigionali e l’inidoneità delle ricevute di prenotazione ai fini di rivelare una attività di intermediazione.

Lo stesso difensore, con numerosi precedenti in mano, ha anche sostenuto la piena compatibilità con il divieto di intermediazione della giocata svolta all’interno dell’esercizio tramite le postazioni Internet, alla condizione della inviolabilità dei conti di gioco.

La Corte d’Appello ha accolto le tesi della difesa, condivise anche dalla Procura Generale, ed ha assolto con formula il fatto non sussiste.

Si tratta di una nuova ed importante sentenza che affronta il complesso ed attuale tema del perimetro operativo dei punti di ricarica collegati ai concessionari autorizzati alla raccolta a distanza.

Jamma

 

Tribunale di Teramo: Computer utilizzati per la giocata diretta, non è intermediazione

Tribunale di Teramo: Computer utilizzati per la giocata diretta, non è intermediazione

 

Il Tribunale di Teramo, con sentenza resa con motivazione contestuale il 17 dicembrTribunale di Teramo: Computer utilizzati per la giocata diretta, non è intermediazionee 2019 ha assolto con formula il fatto non sussiste il titolare di un ced, non aderente alla regolarizzazione per emersione e collegato a bookmaker maltese non discriminato, che mediante computer installati nell’esercizio consentiva ai clienti di collegarsi al portale del bookmaker e giocare. Il tutto in carenza anche di licenza 88 tulps.

Il Tribunale ha accolto le tesi del difensore Avv. Marco Ripamonti, che ha affermato come nell’insussistenza di elementi oggettivi a dimostrazione di attività di intermediazione, fosse pienamente attendibile il contratto tra l’esercente ed il bookmaker maltese, in cui si prevedeva che l’apporto fosse limitato alla sola attività di trasmissione dei dati. Sulla base di detto contratto il Tribunale ha assolto richiamando in motivazione le diverse sentenze della Corte di Cassazione offerte dalla difesa circa la irrilevanza penale delle connessioni dirette tra giocatori e bookmaker. Jamma

MEF: pubblicati punti principali Decreto Fiscale. Agenti sotto copertura per controllo sale scommesse, sale giochi e gioco online. Registro Unico operatori, blocco attività finanziare agli operatori senza concessione

MEF: pubblicati punti principali Decreto Fiscale. Agenti sotto copertura per controllo sale scommesse, sale giochi e gioco online. Registro Unico operatori, blocco attività finanziare agli operatori senza concessione.

 

gazzetta ufficiale tassazione 2019 giochiIl Mef ha acceso i riflettori sui punti principali contenuti nel Decreto Fiscale. “Dagli incentivi per la moneta elettronica e la lotteria degli scontrini alla semplificazione fiscale, dalla lotta all’evasione contributiva alle nuove sanzioni per gli evasori, il Decreto Fiscale, rappresenta un insieme unitario di misure che punta a promuovere la creazione di un sistema fiscale più efficiente ed equo, che contemperi le esigenze di recupero delle sacche di inefficienza che frenano lo sviluppo, tenendo in considerazione le disuguaglianze che continuano a persistere nel Paese”, sottolinea il Ministero.

Tra i punti evidenziati dal MEF, i maggiori controlli nel settore dei giochi d’azzardo con gli agenti sotto copertura. “Vengono introdotte alcune norme che regolamentano in maniera più strutturata il settore dei giochi. Tre gli obiettivi principali: combattere le infiltrazioni della criminalità organizzata nel settore, contrastare la diffusione del gioco illegale, arrivare ad un’offerta più razionale di gioco pubblico sul territorio.

La prima misura è l’istituzione, a decorrere dall’esercizio 2020, del Registro unico degli operatori del gioco pubblico presso l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Al fine di rendere maggiormente tracciabili i flussi di pagamento, di contrastare l’evasione fiscale e le infiltrazioni della criminalità organizzata, le società emittenti carte di credito, gli operatori bancari, finanziari e postali non potranno procedere al trasferimento di denaro a favore di soggetti che offrono giochi, scommesse o concorsi pronostici con vincite in denaro, sprovvisti di concessione, autorizzazione, licenza o altro titolo autorizzatorio. Viene, inoltre, introdotta una fattispecie di agente sotto copertura per contrastare le violazioni in materia di gioco pubblico, in particolare, quelle relative al divieto di gioco dei minori. Sarà possibile effettuare operazioni sotto copertura di gioco a distanza o presso locali delle sale giochi”.

Altro punto la lotteria degli scontrini. “La lotteria degli scontrini, in vigore dal 1° luglio 2020, incentiva i consumatori a chiedere lo scontrino agli esercenti, che devono trasmetterlo in via telematica. I contribuenti, per partecipare all’estrazione, devono comunicare all’esercente al momento dell’acquisto uno specifico codice lotteria: i casi di rifiuto da parte degli esercenti potranno essere segnalati nella sezione dedicata del portale Lotteria. Chi pagherà con la moneta elettronica parteciperà all’estrazione di premi dedicati più ingenti e frequenti rispetto a coloro che pagheranno con il contante. Inoltre nel caso di estrazioni cosiddette “cashless”, un premio verrà attribuito anche all’esercente che avrà battuto lo scontrino vincente. Sarà disponibile un sito dedicato in cui i cittadini potranno controllare i biglietti loro assegnati e le estrazioni della lotteria. I premi saranno esenti da imposta”, conclude il Ministero.

Le disposizioni sul gioco prevedono l’ulteriore tassazione delle vincite alle Vlt (dai 200 euro in su si pagherà un’aliquota del 20 percento, a partire dal 15 gennaio 2020), ma anche di quelle alle lotterie, Win for Life, Win for Life Gold e SiVinceTutto (il 20 percento di quelle dai 500 euro in su, a partire dal 1° marzo 2020), oltre che la gara per le concessioni degli apparecchi. A modifica (e abrogazione) delle disposizioni contenute nel Dl fiscale, viene aumentato il Preu di slot (23,85 percento fino a fine 2020, 24 dal 2021 in poi) e Vlt (8,5 percento fino a fine 2020, 8,6 percento dal 2021), ma ridotto il payout minimo per le slot (65 percento) e le Vlt (83 percento). cdn/AGIMEG

foto primo piano di Andrea Ventre di attivazionigratuite.it

Andrea Ventre (AttivazioniGratuite.it): “Pronti per la nuova stagione sportiva 2019/20 con nuovi negozi”

Andrea Ventre (AttivazioniGratuite.it): “Pronti per la nuova stagione sportiva 2019/20 con nuovi negozi”

Agenzia scommesse con allestimento completoLa pausa estiva dei principali campionati di calcio europei è ormai giunta al termine e tra pochi giorni partirà anche il campionato di Serie A con il match inaugurale tra Parma e Juventus, in programma sabato 24 agosto alle ore 18:00. Andrea Ventre, con il suo brand AttivazioniGratuite.it, augurando buon campionato a tutti gli esercenti del betting, rinnova il suo impegno sui territori di Calabria, Puglia e Basilicata al servizio delle nuove aperture.

logo attivazionigratute.it

Con l’inizio del campionato di Serie A è normale parlare anche di scommesse sportive. Il settore mai come quest’anno dovrà fare i conti con le nuove norme e i divieti imposti dall’esecutivo. Stop alle sponsorizzazioni, impossibilità per i titolari di sale da gioco di promuovere la propria attività, limiti distanziometrici e limiti d’orari, ma anche mancanza di una normativa che dia agli operatori legali un canale comunicativo preferenziale per distinguersi dagli operatori illegali. Questo sarà un anno di transizione – ha detto Ventre – nel quale l’intero comparto dovrà reinventarsi per mantenere standard di qualità degni della crescita che negli anni ha conseguito. Sono tuttavia fiducioso per il futuro e colgo l’occasione per augurare buon campionato a tutti gli addetti ai lavori, rinnovando il mio personale impegno con AttivazioniGratuite.it anche per quest’anno. Sono da sempre sostenitore del gioco legale e vicino alle esigenze degli esercenti ed imprenditori del settore. Anche quest’anno collaboreremo al fianco dei più rinomati concessionari del gioco legale, coordinando le aperture dei nuovi punti scommesse. I nostri contatti sono sempre attivi per offrire consulenze gratuite e fornire risposte agli imprenditori del betting di domani. Avviamo la nuova stagione con tante novità e nuovi accordi, per adeguarci al meglio alle esigenze territoriali e personali di ogni singola nuova apertura”, ha concluso. lp/AGIMEG

Incremento delle Scommesse online e calo del Gioco nelle Agenzie

Incremento delle Scommesse online e calo del Gioco nelle Agenzie

Nel 2018, per il terzo anno consecutivo, in Italia è scesa la spesa nel gioco fisico e cresciuta quella nell’online. E’ quanto emerge dal Libro Blu 2018 di ADM: lo scorso anno le giocate via internet hanno infatti pesato per il 29,4% rispetto al totale, attestandosi a 31,4 miliardi di euro, nel 2017 sono state pari al 26,4% (26,9 miliardi) mentre l’anno prima valevano il 22,1% (21,3 miliardi) dell’intero comparto dei giochi. Nel triennio, dunque, il gioco online è cresciuto del 7,3%. In questo trend hanno avuto un peso rilevante le misure legislative a contrasto della rete fisica adottate da molte regioni italiane, come il distanziometro che in alcuni casi ha di fatto espulso il gioco lecito dal territorio, come nel caso del Piemonte. Proprio questa regione ha registrato il crolla più significativo della spesa nei giochi nel 2018, in particolar modo nel settore degli apparecchi da intrattenimento che hanno perso il 21,6%, portando il totale regionale a un calo complessivo del 10,6%. La stretta su slot e sale giochi ha quindi influito in maniera importante sul gioco fisico. Agimeg

 

Ma perchè questo incremento del Gioco online?

Scopriamo cos’è il Punto Vendita Ricarica (PVR)

Il Punto Vendita Ricarica (PVR) è un’attività che recluta giocatori per un sito di scommesse sportive tramite un’attività commerciale aperta al pubblico. Internet point, bar, tabacchi, edicole, sale giochi, sono tutte opportunità di lavoro alle quali e’ possibile affiancare il business delle scommesse. Che tu abbia un’attività già avviata o l’intenzione di aprirne una, la soluzione dell’affiliazione è un reale vantaggio commerciale di possibile aggiunta di utili. Tramite queste attività di Punto Vendita Ricariche (PVR) potrai attivare il tuo conto affiliato e aprire e ricaricare direttamente i tuoi giocatori, dando vita alla tua rete di scommettitori.

Dunque, per attivare un PVR basta avere già un attività commerciale aperta come ad esempio Bar, Edicola, Internet Point, Rivendita di Tabacchi, Sala Pubblica da Gioco, Circoli Privati, Vendita Gadget e Servizi, Centro Elaborazione Dati e/o comunque qualsiasi attività commerciale rivolta al pubblico

Cos'è un PVR e Come affiliarsi

Non ci sono costi da corrispondere alla società, non sono imposti vincoli di alcuna natura.

 

  • Si può arredare il locale come meglio si preferisce o in base alle proprie possibilità.
  • Sono necessari solo un pc di cassa e un paio di pc a disposizione della clientela, collegati ad una stampante termica.
  • Non ci sono canoni, vincoli o penali.
  • Non si possono fare scommesse da banco: questo vuol dire che il gestore non può effettuare la scommessa al cliente da un unico conto madre, ma deve aprire il conto intestato al cliente e poi può effettuargli le giocate alla cassa.

 

 

Perchè il Punto Vendita Ricarica è così conveniente?

Apri il tuo Punto Vendita Ricarica a Costo Zero!

E’ la soluzione ideale per chi non è del settore e vuole prendere dimestichezza con il mondo delle scommesse e per chi vuole lanciarsi in una nuova sfida, senza sostenere un investimento eccessivo. Si tratta di una piattaforma molto semplice nell’utilizzo. Il gestore avrà un conto madre, ovvero un conto di gestione che serve unicamente per controllare vincite e guadagni, registrare nuovi clienti, ricaricare i conti gioco dei clienti e effettuare giocate assistite sui conti giochi dei clienti registrati. Quando un cliente entra nel proprio locale, il gestore gli aprirà il conto giochi; dopo che il cliente avrà effettuato il primo accesso (anche con smartphone) allora il gestore caricherà tramite il conto madre il conto del cliente. Fatto ciò la scommessa potrà essere giocata in tre possibili soluzioni:

  • il gestore tramite il conto madre sviluppa la scommessa voluta dal cliente e prima di confermarla sarà il cliente a inserire user e password identificativi del proprio conto giochi;
  • il cliente si siede alle postazioni pc e sviluppa autonomamente la scommessa emettendo un codice prenotazione che consegnerà al gestore;
  • il cliente esce dall’attività e gioca autonomamente a casa sua.

In ognuno dei tre casi, i soldi movimentati costituiranno l’utile della rete del gestore.

scelta tra gioco legale e illegale

Cresce il numero di apparecchi irregolari, non collegati alla rete e centri scommesse illegali

Cresce il numero di apparecchi irregolari, non collegati alla rete e centri scommesse illegali.

Ancora sequestri di slot e centri scommesse illegali in tutta Italia. A Torino spuntano fuori anche delle slot con doppia scheda, in regola di giorno e illegali di notte. E sempre a Torino, trovati apparecchi irregolari ed elevate multe per 170mila euro. I divieti fanno aumentare il gioco illegale? Sembrerebbe così.

slot machine

 

Ragusa: scoperto dalla GdF punto clandestino di raccolta scommesse, denunciate due persone

Stretta contro il gioco irregolare nella provincia di Ragusa. Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza ha sottoposto a controllo 12 esercizi commerciali. Le Fiamme Gialle hanno sequestrato complessivamente 6 apparecchi da gioco e 8 terminali informatici “totem”. Inoltre è stato scoperto un punto clandestino di raccolta scommesse, all’interno del quale sono state trovate postazioni telematiche che consentivano di effettuare scommesse online a distanza su siti internet di operatori esteri non autorizzati. Gli apparecchi non erano collegati alla rete dei Monopoli e privi di concessioni e licenze. Due titolari degli esercizi commerciali sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Ragusa.

 

Controlli GdF a Torino: sequestrati sei apparecchi da gioco irregolari. Per due locali multe per 170 mila euro

Pugno duro contro il gioco irregolare a Torino. Gli uomini della Guardia di Finanza del Gruppo Torino hanno eseguito alcuni controlli sul territorio per prevenire e reprimere violazioni finanziarie ed episodi di microcriminalità. I militari hanno scoperto in una sala giochi tre slot non collegate ai Monopoli di Stato e con software truccato per ridurre le possibilità di vincita dei clienti. Nel corso dell’intervento, sono state anche rilevate irregolarità riguardanti il profilo della normativa antiriciclaggio. Sono state quindi elevate sanzioni per 100mila euro. Stesso numero di slot irregolari è stato scoperto anche in un bar. Ai danni del titolare è stata quindi elevata una sanzione di 70 mila euro.

 

Torino: slot con la scocca truccata, l’ultima frontiera per truffare i Monopoli

Slot machine double face a Torino per truffare i Monopoli. Di giorno apparecchi regolarmente collegati alla rete di ADM, di notte entrava in gioco una seconda scheda che permetteva di giocare in modo irregolare. E’ quanto hanno scoperto i finanzieri di Torino in una sala giochi: tre slot – come riporta La Stampa di Torino – erano in possesso di una scocca predisposta per l’inserimento di una seconda scheda per aggirare la legge, di fatto l’incasso non veniva registrato dai Monopoli in quanto l’apparecchio non era più collegato in rete. Non solo. Il titolare aveva annotato gli incassi di ciascuna macchina: la legge non prevede un registro dedicato a questo tipo di contabilità. Un affare da 10mila euro al mese per ogni apparecchio. A seguito dei controlli della GdF, il titolare della sala rischia una multa fino a 100mila euro, per truffa ai danni dei Monopoli e per aver aggirato la normativa antiriciclaggio

 

Sicilia: sequestrati beni per oltre mezzo milione di euro alla banda degli spaccaossa, anche un bar con sala slot e un centro scommesse

Fratturavano e mutilavano arti in cambio di denaro a persone con criticità economiche; poi intascavano i soldi delle assicurazioni. Con questa strategia, in Sicilia, la banda degli spaccaossa si arricchiva sulla pelle di persone povere o con deficit mentale. E’ quanto emerso nell’operazione Tantalo 2 a Palermo e a Trapani in cui sono state arrestate 42 persone, accusate di lesioni gravi, usura, estorsione, peculato, truffe assicurative e auto-riciclaggio. Sono invece 250 gli indagati per un totale di ben 159 capi d’imputazione. Secondo gli investigatori il giro d’affari della banda superava 1,6 milioni di euro. Inoltre, insieme alle misure cautelari personali, “all’esito di complesse e articolate investigazioni economico-finanziarie, è stata ricostruita la capacità contributiva lecita dei soggetti aventi ruolo apicale in seno alle organizzazioni criminali, che risultava assai modesta rispetto all’effettivo tenore di vita condotta”. “L’ingiustificata sproporzione è stata posta alla base di un ulteriore provvedimento di sequestro emesso d’urgenza dalla Procura della Repubblica di Palermo al quale si è dato corso e con il quale sono state sottoposte a sequestro tre società, tra cui un bar con una sala biliardo e annessa sala slot e centro scommesse, un gommone con motore fuoribordo, due autovetture, una moto di grossa cilindrata, conti correnti bancari, polizze assicurative e liquidità per un valore complessivo di stima di oltre mezzo milione di euro.”

 

Sassari: torneo di Texas Hold’em in un circolo privato, 13 persone indagate per gioco d’azzardo

Il personale della Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale della Questura di Sassari, ha notificato un provvedimento di conclusione di indagini preliminari nei confronti di tredici persone, che a vario titolo si sono rese responsabili di gioco d’azzardo. I fatti risalgono alla scorsa estate: in un circolo privato erano state sorprese le medesime persone, mentre giocavano ad un torneo di Poker “Texas Hold’em”, con versamento di somme ingenti e la possibilità di rientrare in gioco versando nuove quote, modalità considerata comunque illecita e qualificata come gioco d’azzardo. In un’altra sala giochi, invece, il gestore ha proseguito nonostante più provvedimenti di sospensione ed è stato deferito all’autorità giudiziaria per inosservanza dei provvedimenti dell’autorità.

 

Caserta: sequestrati dalla GdF 20 apparecchi da gioco e denunciate 8 persone

Pugno duro contro il gioco irregolare nella provincia di Caserta. Sono 8 le persone denunciate alle competenti Procure della Repubblica e ben 20 gli apparecchi da gioco sequestrati al termine di una serie di controlli messi in campo negli ultimi giorni dalle Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Caserta. In particolare, nel retrobottega di un bar di Santa Maria la Fossa, sprovvisto di ogni autorizzazione, sono stati scoperti quattro apparecchi da gioco abusivi e sono stati identificati e denunciati anche 2 clienti. Sono state sequestrate poi 11 slot prive di collegamento alla rete dei Monopoli in una sala giochi di Mondragone. Inoltre, presso una sala giochi di Castel Volturno, i militari hanno rilevato l’installazione di 3 postazioni attraverso le quali venivano effettuate scommesse online su eventi sportivi per conto di bookmaker esteri privi della concessione dei Monopoli. Sanzionati poi altri punti vendita per irregolarità amministrative.

 

Caserta: sequestrati beni per 300mila euro a imprenditori attivi nel settore delle slot affiliati del clan “Belforte”

Il personale della Divisione Anticrimine della Questura di Caserta e della Compagnia della Guardia di Finanza di Marcianise hanno dato esecuzione al decreto di sequestro di prevenzione emesso dal Tribunale di S. Maria Capua Vetere nei confronti di imprenditori attivi nel settore delle slot e vicini al clan “Belforte”- fazione Maddaloni. Il provvedimento, in particolare, va a colpire il patrimonio illecitamente accumulato dalla famiglia Marciano. Sono stati interessati: rapporti finanziari, beni mobili, ditte individuali comprensive di beni strumentali e 127 apparecchi da gioco, per un valore complessivo di 300.000 euro.

 

Asti e Torino, controlli GdF: sequestrati 4 apparecchi da gioco manomessi. Sanzioni per 12mila euro per titolari e gestori

Eseguito una mirata attività nella provincia astigiana volta al contrasto del gioco illegale o irregolare, da parte della Tenenza di Nizza Monferrato, con il supporto degli altri Reparti della Guardia di Finanza di Asti e di quello di Lanzo Torinese, in collaborazione con l’Agenzia delle Dogane e Monopoli di Torino, Asti-Alessandria e Vercelli. L’operazione di servizio, che ha visto anche l’impegno di una pattuglia specializzata nel settore dei giochi e delle scommesse illegali del 2° Nucleo Operativo Metropolitano di Torino, parte da una verifica fiscale eseguita dai finanzieri nicesi ad un gestore di apparecchi da gioco astigiano. Nel corso dell’operazione controllati circa 70 apparecchi da gioco installati all’interno di una decina di esercizi pubblici, in prevalenza bar e ristoranti, aventi sede in diverse località della provincia di Asti e Torino. Sequestrati 4 apparecchi che risultavano manomessi. Elevate sanzioni nei confronti del gestore degli apparecchi irregolari e dei titolari degli esercizi per un totale di 12.000 euro, oltre al sequestro dei 2.000 euro presenti all’interno degli apparecchi.

 

Chieti Scalo: sequestrato centro scommesse abusivo con computer collegati a un’agenzia straniera non autorizzata

Sequestrato un centro scommesse abusivo di Chieti Scalo, in cui 16 computer risultavano collegati a un’agenzia austriaca non autorizzata in Italia. Il provvedimento è stato firmato dal giudice per le indagini preliminari del tribunale di Chieti su richiesta del sostituto procuratore.

Agimeg

i Carabinieri hanno eseguito il sequestro

Lagonegro (PZ): Centro Scommesse Illegale, denunciati i proprietari

Lagonegro (PZ): Centro Scommesse Illegale, denunciati i proprietari

I Carabinieri della Stazione di Lauria, nei giorni scorsi, nell’ambito di specifici servizi preordinati dal Comando Provinciale di Potenza, finalizzati a verificare la liceità delle attività svolte presso le sale scommesse del territorio di competenza, hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Lagonegro (PZ) i due legali rappresentanti di un esercizio pubblico del luogo, ritenuti responsabili, in concorso tra loro, di aver svolto l’attività di raccolta abusiva di scommesse su eventi sportivi in assenza di concessione Ministeriale e di licenza dell’Agenzia delle Dogane del Monopolio di Stato.

In particolare, i militari, con l’ausilio di funzionari di detta Agenzia – Sezione di Potenza, hanno effettuato il controllo del citato centro, ove hanno appurato che sia il locale che la società estera di raccolta scommesse in esso rappresentata, non erano in possesso della prescritta licenza, prevista dal Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza.

Altresì, il centro è risultato essere sprovvisto della concessione amministrativa dell’Amministrazione Autonoma del Monopolio di Stato. Per quanto accertato, i Carabinieri hanno eseguito il sequestro preventivo della struttura e delle attrezzature in essa allocate, consistenti in 9 postazioni pc, oltre a stampanti, televisore, server e modem ad esse collegati. Si tratta, in ordine di tempo, dell’ultima operazione condotta dall’Arma potentina nello specifico settore delle scommesse, che si manifesta nelle varie comunità locali attraverso una serie di problematiche correlate e, pertanto, risulta essere molto avvertita.

Difatti, analoghe attività sono state condotte nel giro di poco più di un mese dai Carabinieri delle Stazioni di: Avigliano (PZ), che, a seguito di accertamenti presso una sala scommesse del posto, hanno sequestrato diverse apparecchiature utilizzate per “puntate sportive” con bookmakers maltesi, in assenza delle prescritte autorizzazioni; Lauria, ove, all’interno di un bar, hanno sequestrato 4 “newslot” non collegate alla rete telematica del Monopolio di Stato e 2 erogatori di monete, sprovvisti di elementi identificativi, di nulla osta per la messa in esercizio e di certificati di conformità. Tali illeciti, di natura penale e amministrativa, insieme ad altre infrazioni riscontrate, legate a violazioni in materia di tutela della salute (carenze igienico – sanitarie nel laboratorio cucina), hanno portato i militari procedenti ad avanzare la proposta di chiusura dell’attività, successivamente disposta temporaneamente da parte delle competenti Autorità.

#jamma.tv

Come aprire un PVR (Punto Vendita Ricarica) di Successo

Come aprire un PVR (Punto Vendita Ricarica) di Successo

Il mondo del gaming, nonostante le forti critiche populiste degli ultimi tempi, continua a rappresentare per tutti gli attori economici, una valida risorsa sulla quale puntare ancora.

Far business sui giochi però diventa sempre più difficile, in quanto chi continua o vuol investire aprendo un’attività incontra mercati molto concorrenziali e difficili da canalizzare, complici le recenti modifiche di legge e relativi veti introdotti dal Decreto Dignità.

Andrea Ventre, fondatore del portale AttivazioniGratuite.it, detta nuove linee guida da seguire per aver successo utilizzando il PVR (Punto Vendita Ricarica) in un mercato in continua evoluzione e spesso interesse di giovani imprenditori.

 

Quali accorgimenti sono necessari per aumentare al massimo le possibilità di guadagno?

Spesso mi capita di essere contattato da ragazzi pronti ad avviare un personale punto – dice Ventre – invogliati dai costi di avviamento ridotti rispetto ad altre tipologie di attività e dalle ottime possibilità di rendita che il mondo dei giochi offre. La maggior parte di loro risulta essere inesperta, e per questo spesso investe male i capitali iniziali, riducendo notevolmente le possibilità di successo.

Da qui alcuni consigli che è bene valutare prima di iniziare

 

  • Scegliere un locale commerciale comodo e in una zona lontana da luoghi sensibili:

Sala scommesse AttivazioniGratuite.itè buona norma recarsi preventivamente presso gli uffici comunali predisposti e ASL di competenza, informandosi circa i cosiddetti luoghi sensibili, prima di individuare zone specifiche nelle quali ubicare la propria attività. Selezionare locali commerciali a distanza da scuole, chiese o altri punti a rischio ludopatia aiuta un nuovo imprenditore a non aver problemi in seguito, durante il suo percorso imprenditoriale.

locale ottimale per le esigenze di un’agenzia deve avere almeno 60 metri quadri ed essere in posizione strategica rispetto ai competitors, cioè deve presentare una buona zona di passaggio con parcheggio o facilmente raggiungibile a piedi.

Importante è per chi decide di usufruire di immobili in affitto, scegliere locali con prezzi di locazione non troppo onerosi.

 

  • Affiliarsi ad un Bookmaker competitivo:

una piattaforma di gioco per essere competitiva deve curare diversi aspetti, tra i più importanti troviamo le quote sport che devono essere concorrenziali e supportate da un ampio palinsesto, ma soprattutto un provider che fa la differenza accetta in maniera flessibile tutte le giocate ed è celere nel pagamento di tutte le vincite, non solo quelle relative allo sport ma anche quelle di tutti gli altri giochi. Le grafiche del sito sono importanti e i servizi connessi come lo streaming delle partite sono diventate vera priorità per la fidelizzazione degli utenti.

Da considerare è il discorso provvigioni, infatti è il guadagno la vera ragione e l’elemento chiave del nostro business. Un provider che permette piani valutabili e personalizzabili è quello che fa per noi.

 

  • Affiancare i giochi a servizi o attività moderne e di tendenza:

quando parliamo di centro scommesse, ovviamente pensiamo ad un’attività incentrata sulle scommesse, ma non è così. Il Pvr per essere considerato tale, deve integrarsi con un’altra tipologia di attività commerciale che non deve rappresentare un peso per il punto, ma una risorsa da valorizzare.

Differenziare la propria offerta di servizi è un’arma in più per fidelizzare i clienti.

Pensare ad un bar o inserire distributori automatici di cibo e bevande, offrire servizi come pagamenti e ricariche o addirittura internet point è la linea comune e più utilizzata da chi decide di investire in questo settore.

 

  • Investire in pubblicità e nel marketing:

rendere la propria attività conosciuta e visibile è cosa molto importante. Le nuove leggi introdotte con il Decreto Dignità però non facilitano tale processo. Sono abolite sponsorizzazioni e spot, le pagine facebook bandite, ma molti non sanno che il primo modo di farsi pubblicità è curare all’interno dei propri punti i clienti, parlare con loro consigliandoli, seguirli in tutte le loro esigenze rispondendo alle loro domande.

Offrire di tanto in tanto un caffè a un cliente anziché regalargli gadget diventa una buona occasione di confronto e dialogo, e funziona molto di più rispetto a onerose campagne pubblicitarie.

Il mondo del gaming è in continua evoluzione, per questo rimanere costantemente aggiornati consultando www.AttivazioniGratuite.it è il primo passo verso un business di settore vincente.

Scommesse e PVR (Punto Vendita Ricarica): un’opportunità importante per gli imprenditori.

Scommesse e PVR (Punto Vendita Ricarica): un’opportunità importante per gli imprenditori.

Andrea Ventre di AttivazioniGratuite.itLe recenti modifiche, introdotte dal Decreto Dignità, oltre che a sfiduciare nuovi investimenti orientati al settore giochi e scommesse, hanno acceso dibattiti e confronti importanti tra tutti gli addetti ai lavori, che, nel tentativo di dare certezza ad un segmento attualmente confuso, valutano e consigliano soluzioni alternative e meno onerose, oggi sottovalutate ma che in futuro, potrebbero rivelarsi idee importanti e vincenti per fare business.

Andrea Ventre, in prima linea con il suo AttivazioniGratuite.it, spiega il perché avviare un PVR rappresenta una scelta ottimale alternativa alla classica agenzia; una soluzione low-budget aperta a tutti. Diventare imprenditore – dice Ventre – di un’attività legata alle scommesse, porta a pensare immediatamente alla tipica agenzia da banco, con offerta di gioco effettuata senza censimento del giocatore ma soprattutto ottenuta tramite l’ausilio di uno o più operatori. Errore comune e molto spesso commesso da chi per la prima volta si appresta a diventare esercente di un’agenzia, è proprio quello di sottovalutare tutta una serie di vincoli e investimenti che l’avvio comporta e che in poco tempo, con effetti catastrofici, portano al fallimento di un business plan già in partenza precario.

Oggi le multinazionali dei giochi e i grandi provider di scommesse richiedono, tramite contratti e già in fase di start up, garanzie certe di fatturato (dettaglio che non tutti conoscono), che in caso di mancato rispetto, portano a risoluzioni contrattuali celeri e senza possibilità di opposizione. Parliamo di cifre mai inferiori ai 40mila euro giocati/mese, che difficilmente una nuova attività può prevedere e garantire soprattutto in virtù della vasta concorrenza oggi presente su tutto il territorio.

I PVR (Punti Vendita Ricarica) sono l’alternativa legale e a basso rischio imprenditoriale, capaci di offrire una comoda e valida soluzione a chi, come un nuovo imprenditore, si appresta per la prima volta a far parte di un settore in veloce rimodulazione costante come quello delle scommesse.

Gestire un PVR richiede ugualmente dedizione e passione ma permette senza molti “cavilli”, di fare un test importantissimo per capire realmente se il mondo giochi è il settore giusto da intraprendere. Questo vuol dire curare i processi di attivazione e gestione di conti gioco clienti, offrendo assistenza e possibilità di ricarica agli iscritti.

Il futuro del gioco – continua Ventre – si articola per i giocatori, tramite la tecnologia, sfruttando la duttilità e la comodità di pc, smartphone e tablet, in piena libertà, e in qualsiasi ora del giorno e della notte, lontano da occhi indiscreti. Per gli imprenditori invece, il futuro è guadagnare 24 ore su 24, sfruttando tutte le possibilità offerte dalla tecnologia e assecondando tutte le nuove mode e richieste degli utenti.

Avvalersi di consulenze affidabili ed esperte – conclude Ventre – è il primo passo per tracciare vie imprenditoriali solide e di successo. Per questo, www.AttivazioniGratuite.it da anni rappresenta un punto di riferimento costante per qualsiasi imprenditore.

Agimeg.

Scelta di un Bookmaker competitivo.

Scelta di un Bookmaker competitivo.

Molto spesso riceviamo messaggi da clienti non soddisfatti dei loro attuali bookmaker; ne riportiamo alcuni:

 

Ho aperto un pvr con una società che per rispetto ora preferirei non nominare. Diciamo che non mi trovo molto bene con l’attuale società in quanto spessissimo ho problemi con il sito, lunghissime attese per l’accettazione di una giocata e così via….

 

I miei clienti si lamentano perché quando devono effettuare giocate nelle ore serali il sito non accetta importi di giocata superiori a 50 euro, e quando provano a rigiocare  la stessa bolletta viene subito bloccata…..

 

Diversi clienti aprono il conto gioco nel mio punto, effettuano un paio di ricariche, ma poi spesso non ricaricano più perché dicono che le quote e i bonus  sono nettamente inferiori rispetto ai siti presenti nella zona

 

Nell’ambito delle piattaforme online di scommesse legali, ci sono limiti e vincoli dovuti alle capacità finanziarie e ai rischi che il singolo bookmaker decide o meno di affrontare. Queste scelte si ripercuotono inevitabilmente su tutta la filiera, ed in particolare sulle Agenzia e PVR, creando dei feedback negativi e dei disservizi che per i titolari dei punti scommesse è difficile gestire o “giustificare” ai clienti.

 

Ma vediamo quali sono i limiti delle piattaforme scommesse di cui stiamo parlando:

  1. Il più comune è il limite di importo su singola giocata o il blocco sulle giocate ripetute: in questo caso la piattaforma ci “negozia” l’importo da poter giocare o ricalcola la vincita in base al rischio impostato dal sito; inoltre quando proviamo ad effettuare la stessa giocata, che precedentemente era stata valutata e rinegoziata, viene rifiutata da sistema e non c’è modo di poterla giocare nuovamente;
  2. Quote basse o calcolo dei Bonus a partire da quote alte: quando si collabora con un sito è importante essere sicuri di proporre un prodotto concorrenziale; ci sono diversi aspetti da tenere in considerazione: facilità di utilizzo, grafica accattivante, completezza dei giochi offerti, facilità nelle ricariche, velocità nei prelievi, un palinsesto ampio di eventi sportivi, ma gli elementi fondamenti sono sicuramente le Quote Calcio e i Bonus di giocata, perchè i clienti migliori, che spendono di più e che pretendono di più, prima di utilizzare un sito per le scommesse comparano le quote tra diversi siti. Per non farsi trovare impreparati, quindi si devono tenere in considerazione due fattori, controllare scrupolosamente le quote che ogni bookmaker offre e il calcolo che lo stesso propone per i bonus di giocate;
  3. Provvigioni: quando si apre un’attività come il PVR, che ha come fonte principale di guadagno le scommesse e il gioco online, non si deve assolutamente tralasciare il fattore guadagni, perchè sono tante le spese fisse che un’attività commerciale deve affrontare quotidianamente. Ma perché ogni sito di scommesse ha profili provvigionali diversi? Molte skin scommesse non sono titolari della concessione, ma lavorano in accordo con il provider in sub-concessione: per questo si trovano a dividere i loro guadagni o hanno dei costi di gestione più elevati; altre skin invece hanno una mala gestione dei loro budget, e altre ancora, per mantenere buona parte dei margini di guadagno per loro, offrono ai punti delle schede provvigionali molto basse, accordando delle percentuali sugli utili mensili generati addirittura del 35%/40%.

 

Noi di AttivazioniGratuite.it essendo titolari di importanti accordi commerciali, e avendo un peso contrattuale dovuto alla vasta rete di punti presenti sull’intero territorio nazionale, collaboriamo da anni solo ed esclusivamente con multinazionali del settore, poichè in questo settore è fondamentale possedere delle ingenti disponibilità finanziarie di grandi realtà, realtà che possono garantire una elasticità nelle accettazioni giocate, bonus di benvenuto per i clienti e soprattutto delle quote superiori rispetto a tante piccole skin presenti sul mercato italiano.

Altro aspetto fondamentale sono i guadagni per i punti scommesse: noi riusciamo a mantenere i nostri margini bassi, dando ai concessionari con cui collaboriamo la possibilità di offrire delle ottime provvigioni per i punti,  perché siamo certi che se i punti guadagnano di più sono più soddisfatti e lavorano meglio e si fidelizzano a lungo termine.

 


 

Queste le due soluzioni principali che offriamo:

Fisso sul giocato settimanale + Bonus del 50% mensile sugli utili.

40/45/50% sugli utili generati in ogni settimana (in base ai volumi raggiunti).

 


 

Contattaci per ricevere una consulenza gratuita,

e se avrai piacere potrai incontrarci di persona.

La più Vantaggiosa Affiliazione Scommesse

La più Vantaggiosa Affiliazione Scommesse

AttivazioniGratuite.it offre la possibilità a tutti di poter collaborare nel mondo delle scommesse sportive, grazie a diverse soluzioni per le affiliazioni scommesse.

 

 

La nostra Affiliazione Scommesse si svolge in due fasi:

  1. l’assistenza tecnico/burocratica ad attività che vogliono entrare nel settore o migliorare il loro prodotto scommesse;
  2. il coordinamento dei centinaia di punti scommesse che ormai operano costantemente con noi, dislocati sull’intero territorio nazionale, che ci hanno reso da più di dieci anni, il Brand di riferimento in Italia nel settore betting.

Infatti, siamo presenti su tutto il territorio italiano con una rete distributiva di agenzie di scommesse e in aggiunta gestiamo concessioni per il gioco telematico, tra i prodotti offerti, oltre alle scommesse sportive a quota fissa ed ippiche, anche i tradizionali giochi pubblici, quali il Totocalcio ed il Totogol, le scommesse totalizzate “Big”, l’Ippica Nazionale, il Totip e gli Skill Games.

 

I Vantaggi della nostra Affiliazione?

 

Ecco i nostri punti di forza:

  • autonomia tecnologica, con un proprio service provider;
  • piattaforma di gioco proprietaria;
  • disponibilitá di significative risorse professionali interne, con un proprio centro quote e gestione del rischio;
  • organizzazione capillare di assistenza e supporto formativo su tutto il territorio nazionale;
  • presenza significativa con propri punti vendita in tutte le regioni italiane;
  • uniformitá di immagine in tutta la rete territoriale;
  • sinergie con altri importanti Gruppi del comparto giochi;
  • capacitá di partecipazione alle gare di privatizzazione dei giochi pubblici.

 

 

Perchè affiliarsi con Noi?

L’affiliazione ad AttivazioniGratuite.it può essere molto conveniente per diversi aspetti. In questo paragrafo spieghiamo perchè può essere molto positiva l’affiliazione al bookmaker e l’entrata nel mondo delle scommesse sportive.

Vuoi aprire un Centro Scommesse?

 

La prima cosa da sapere è diamo la possibilità di poter lavorare con 3 diverse tipologie di sale scommesse:

  • Punto Vendita Ricarica (PVR):

    il servizio ideale per tutte le Attività Commerciali (Bar, Tabacchi, Edicole, Sala Scommesse, Sala Giochi, ecc), Circoli e Associazioni che vogliono aumentare notevolmente i propri introiti, grazie alla possibilità di poter scegliere tra i migliori portali del mercato per completezza di giochi online offerti, quote calcio superiori alla media di mercato e i migliori ristorni provvigionali. Un portale delle Scommesse in cui si lavora tramite apertura conti gioco. Non ci sono costi da corrispondere alla società, non sono imposti vincoli di alcuna natura.

  1. Si può arredare il locale come meglio si preferisce o in base alle proprie possibilità.
  2. Sono necessari solo un pc di cassa e un paio di pc a disposizione della clientela, collegati ad una stampante termica.
  3. Non ci sono canoni, vincoli o costi di alcuna natura.
  4. Non si possono fare scommesse da banco: questo vuol dire che il gestore non può effettuare la scommessa al cliente da un unico conto madre, ma deve aprire il conto intestato al cliente e poi può effettuargli le giocate alla cassa.
  • Agenzia Scommesse (Scommesse da Banco, Virtuali, Ippica, con Newslot e VLT):

    per realizzare un’Agenzia con scommesse da Banco è necessario ottenere un documento da parte della questura, c.d. TULPS art.88, che viene rilasciato solo se si soddisfano una serie di criteri. E’ necessario disporre di una sala sufficientemente grande (>100m2), con arredamento in linea con i vincoli imposti dall’azienda madre, 13 televisori, almeno tre postazioni di cassa, una certa tecnologia (decoder satellitari, case ad alta risoluzione, telecamere, videosorveglianza, prenotatori). Indicativamente si sosterrebbe dunque un costo che va dai 30.000 ai 40.000€. Inoltre il bookmaker richiede un canone mensile (che va dai 350 ai 700 euro in base al tipo di società), una fideiussione bancaria (o deposito cauzionale a garanzia di circa 10.000 euro) e vuole garantito un certo livello di fatturato mensile, pena la rescissione del contratto.

  • Centro Trasmissione Dati (CTD):

    è un esercizio commerciale dove si effettuano giocate (Scommesse, Virtual, Giochi a concorso, ecc) senza autorizzazione aams da banco, ma tramite un bookmaker estero senza licenza aams (.com, .info .eu ecc) si può ottenere la possibilità di far giocare i clienti dal proprio locale direttamente al banco. In Italia in realtà il CTD risultano essere operanti ma non autorizzati aams, questi centri vengono avviati secondo le procedure previste dal Codice delle comunicazioni  D.lgs. 259/2003 perché assimilati agli internet point, per i quali occorre effettuare una Scia all’Ispettorato territoriale del Ministero delle comunicazioni c/o M.i.s.e. Questa soluzione non obbliga l’affiliato a vincoli di produzione, canoni e la spesa per l’allestimento varia tra i 7.500/20.000 euro in base alla grandezza del locale e per eventuali controversie legali il bookmaker garantisce assistenza legale gratuita.

 

Ci sono tanti motivi per iniziare la collaborazione con noi, ecco i più importanti:

  1. Per l’apertura di un Punto Scommesse (PVR), l’investimento è minimo;
  2. Tanti bonus per i clienti e promozioni per i nuovi punti affiliati (LA LOTTERIA DEI PC);
  3. Le quote e i bonus sono imabattibili. Sempre aggiornate in tempo reale, tra le migliori del mercato italiano;
  4. Proponiamo un’offerta completa di giochi, molto apprezzato dagli amanti di gambling: dal casino agli sport virtuali;
  5. La percentuale di guadagno con l’affiliazione è molto alta, una delle più convenienti tra le affiliazioni ai vari bookmakers.

 

Come affiliarsi e Aprire un centro scommesse?

Tante persone hanno l’idea di aprire un centro scommesse per guadagnare con le scommesse sportive. L’affiliazione e le nostre offerte commerciali sono molto convenienti e potrebbe essere una fonte di guadagno molto importante. Chi è interessato all’affiliazione può compilare il nostro form sulla pagina https://attivazionigratuite.it/puntoscommesse e verrà ricontattato da un nostro consulente. Oltre ai dati personali, bisogna inserire la zona d’interesse dove aprire il negozio e inviare la candidatura online scegliendo la tipologia di interessa, tra PVR e AGENZIA.

Gioco online, in forte crescita l’utilizzo del mobile.

Gioco online, in forte crescita l’utilizzo del mobile.

Nel 2017 la spesa nel gioco mobile ha toccato quota 354 milioni di euro (+52% sul 2016) con una penetrazione sull’intero comparto online del 27%. Negli ultimi quattro anni il numero di operatori è sceso dai 97 del 2014 ai 76 del 2017: di questi, 70 sono rimasti invariati rispetto all’anno precedente, 14 sono usciti e 6 nuovi sono entrati. I primi 10 operatori controllano circa il 70% del mercato. A febbraio 2018 il numero di operatori con iniziative riguardanti il Mobile si è attestato a 69, il 91% del totale. Nel 2017 il numero di iniziative Real Money su Smartphone (391) e Tablet (157) è stato pari a 548, il +13% rispetto alle 487 dell’anno precedente. Dal gennaio 2017 è attivo il nuovo protocollo di comunicazione per la raccolta dati del flusso di gioco per canale e piattaforma. Il 98,3% del gioco online arriva da internet, il restane 1,7% da app. Per le scommesse sportive, il 77% delle giocate arriva da mobile (il 23% da desktop), inverso il discorso per le altre tipologie di gioco: per i Casinò games, il 70% da desktop e il 30% da mobile, per i Cash Games l’83% da desktop e il 17% da mobile mentre per i Tournament Games il 67% da desktop e il 33% da mobile.

 

Lo scorso anno i giocatori unici – ovvero coloro che hanno almeno un conto gioco aperto – sono stati in media 3,8 milioni al mese, con il picco registrato a luglio (oltre 4 milioni, seguito da agosto con 3,9 milioni). A fine 2017 si contano 3,7 milioni di giocatori per un totale di 8,2 milioni di conti gioco: in media in Italia ogni giocatore online ha circa 2 account su cui scommettere. Nella distribuzione geografica dei giocatori, il 48% vive al Sud o nelle isole, il 22% al Centro e il 30% al Nord. Nell’82% dei casi a puntare via internet è un uomo, nel restante 18% è una donna (nel 2016 le donne rappresentavano il 17%). Per fasce d’età, il grosso delle giocate arriva da 25-34enni (29% del totale) seguiti dai 35-44enni (24%). Al 18% sia la fascia 18-24 sia quella 45-54, mentre gli over 55 rappresentano il restante 11%. Dei 3,8 milioni di giocatori medi mensili, il 25% è considerato attivo, ovvero ha puntato almeno una volta al mese, il 29% è inattivo (ha effettuato almeno una giocata negli ultimi 5 mesi), mentre il 46% è dormiente, cioè non gioca da 6 o più mesi (nel 2016 la percentuale di giocatori dormienti raggiungeva il 50%). Rispetto al 2016 – riporta il Report dell’Osservatorio sul gioco online del Politecnico di Milano – è cresciuta la media di giocatori attivi (nel 2017 rappresentavano il 25% del totale contro il precedente 22%), pari a 959 mila al mese contro i 766 mila dell’anno precedente. Considerando i soli giocatori attivi, a fine 2017 ognuno aveva in media 1,3 account: il numero dei conti gioco lo scorso anno è salito del 29% rispetto al 2016 (1,2 milioni contro 955mila). La spesa media per giocatore lo scorso anno è stata di 120 euro, un dato in crescita dell’8% rispetto ai 111 euro del 2016. Nel 2017 sono stati depositati sui conti gioco online 3 miliardi di euro, il +38% rispetto ai 2,1 miliardi dell’anno precedente (con 91 milioni di transazioni effettuate, il +37%), di cui 1,85 miliardi ritirati. Nel 2017 si sono registrati 698mila nuovi giocatori (+30%) che hanno aperto per la prima volta un account, 494mila nuovi giocatori attivi (+38%), che hanno giocato per la prima volta nell’anno di riferimento, e 409mila nuovi giocatori unici che hanno aperto il loro primo conto depositandovi del denaro (+16%), pari a 192,3 milioni di euro (il 6% del totale deposto da tutti i giocatori). La gran parte dei nuovi giocatori effettua un deposito entro 30 giorni, nell’80% dei casi entro i primi 3 giorni.

 

 

Gioco online, in Campania il maggior numero di giocatori, seguita da Sicilia e Lombardia.

 

Il 48% dei giocatori attivi abita al Sud Italia e nelle isole, il 30% al Nord e il 22% nelle regioni del Centro. La Campania detiene il maggior numero di giocatori attivi, pari al 17% del totale nazionale, seguita dalla Sicilia con il 13% e dalla Lombardia con il 12%. In doppia cifra il Lazio, con l’11%, seguito dalla Puglia con il 9%. Dall’analisi della tipologia di gioco emerge che la Campania è al primo posto (seguita sempre dalla Sicilia) per Scommesse sportive (19%), Tournament Skill (16%) e Poker Cash (18%), mentre per i Casinò Games è prima, ma a pari merito con la Sicilia (17%). Il Lazio è al terzo posto per le Scommesse sportive, mentre la Lombardia lo è per Tournament Skill, Poker cash e Casinò Games. A livello di spesa nel gioco online, il 46% arriva da Sud e isole, il 34% dal Nord e il 20% dal Centro. La Campania è prima anche in questa speciale classifica con il 15%, seguita da Lombardia (13%) e dalla coppia Sicilia-Lazio (entrambe al 12%). La Campania è in testa nella spesa su Scommesse sportive e Poker cash (in tutte e due i casi con una quota del 17%), mentre la Lombardia primeggia nelle spesa nei Tournament Skill (14%) e dei Casinò Games (ancora 14%).

Interessante il dato sulla spesa per singolo giocatore: in testa la Liguria, dove ogni giocatore attivo spende 147 euro, seguita dal Trentino Alto Adige con 135 euro e dall’Abruzzo con 131 euro. Quarto posto per la Lombardia con 130 euro, seguita dal Lazio con 129 euro, mentre la Campania è in penultima posizione con 104 euro, preceduta dalla Sicilia a quota 112 euro.

GGR da Regioni e Giochi
Sport BettingTournament SkillCash PokerCasino Games
Campania17%Lombardia14%Campania17%Lombardia14%
Lazio13%Campania12%Sicilia13%Sicilia13%
Lombardia12%Lazio12%Lazio12%Campania13%
Sicilia11%Sicilia10%Puglia10%Lazio11%
Puglia10%Puglia8%Lombardia8%Puglia8%
Calabria5%Piemonte6%Piemonte6%Piemonte6%
Piemonte5%Emilia6%Emilia5%Emilia6%
Emilia5%Toscana5%Calabria5%Calabria5%
Toscana5%Calabria5%Toscana5%Toscana5%
Veneto3%Veneto4%Veneto3%Veneto4%
Sardegna3%Sardegna3%Marche3%Abruzzo3%
Abruzzo3%Abruzzo3%Sardegna3%Sardegna3%
Liguria3%Liguria3%Liguria3%Liguria2%
Marche2%Marche2%Abruzzo2%Marche2%
Basilicata1%Trentino1%Umbria1%Friuli1%
Umbria1%Umbria1%Basilicata1%Umbria1%
Friuli1%Friuli1%Trentino1%Basilicata1%
Trentino1%Basilicata1%Friuli1%Trentino1%
Molise1%Molise1%Molise1%Molise1%
Val D’Aosta0%Val D’Aosta0%Val D’Aosta0%Val D’Aosta0%

cr/AGIMEG

 

AttivazioniGratuite.it per tutti le attività commerciali che vogliono intraprendere l’attività di Punto Vendita Ricarica (PVR) garantisce i Migliori Guadagni del settore su Scommesse Sportive, Casinò online, Virtual, Ippica e Giochi di Carte, oltre tanti promozioni e incentivi (tra cui La lotteria dei PC) che ci hanno contraddistinto come leader del mercato dei servizi per attività commerciali e associazioni. Ci piace sottolineare che le promozioni che offriamo non sono il motivo di tale successo, oltre a quest’aspetto infatti vi è la commistione di tanti elementi:

  1. Abbattimento dei costi, quali cancellazioni di Royalty, Canoni, Vincoli, ecc
  2. Completezza dei servizi offerti (non solo giochi, ma anche Servizi Telematici, NoleggioSlot, ecc),
  3. Affidabilità – tutti i servizi sono regolamentati da concessioni e operano nel totale rispetto delle norme di settore
  4. Assistenza – Massima disponibilità e operatività 7 giorni su 7.

 

Contattaci per aprire il tuo Punto Scommesse,

o per aggiungere alla tua Attività Commerciale un Punto Vendita Ricarica (PVR)

Scommesse online, a marzo forte crescita delle quote di mercato.

Scommesse online, a marzo forte crescita delle quote di mercato.

OPERATOREQUOTA % SU RACCOLTAQUOTA % SU SPESA
BET36529,11%16,35%
SKS3659,08%14,88%
EUROBET8,78%11,28%
SNAITECH7,26%10,59%
SISAL7,28%6,87%
LOTTOMATICA4,65%6,13%
GOLDBET3,93%4,95%
BETALAND3,38%4,63%
BWIN3,28%3,31%
WILLIAM HILL4,91%2,80%
BETFAIR3,26%1,95%
POKERSTARS2,28%1,61%
VINCITU’ GROUP0,81%1,40%
INTRALOT/GAMENET1,21%1,32%
STANLEYBET0,91%1,20%
8881,53%1,07%
MICROGAME0,42%0,93%
KINDRED GROUP1,48%0,88%
BETPOINT0,41%0,82%
GI.LU.PI.0,38%0,70%
REPLATZ0,37%0,58%
MULTIGIOCO0,43%0,54%
BETCLIC0,46%0,51%
SKYBET0,53%0,50%
NEXIGAMES0,39%0,49%
BETFLAG0,39%0,48%
VITTORIA BET 20090,23%0,44%
SCOMMESSEITALIA0,26%0,42%
SCOMMETTENDO0,22%0,35%
DOMUS BET0,35%0,31%
BGAME0,35%0,27%
E-PLAY 240,25%0,26%
ADMIRAL0,20%0,21%
LEOVEGAS0,21%0,11%

es/AGIMEG

Contattaci per aprire il tuo Punto Scommesse,

o per aggiungere alla tua Attività Commerciale un Punto Vendita Ricarica (PVR)

Enada Rimini, Garrisi (Stanley): ….”ci apprestiamo a entrare nel sistema concessorio italiano.”

Enada Rimini, Garrisi (Stanley): ….”ci apprestiamo a entrare nel sistema concessorio italiano.”

Abbiamo raggiunto un importante accordo con l’Agenzia delle entrate e ci apprestiamo a entrare nel sistema concessorio italiano. Stanley infatti non è contro il sistema concessorio, che riteniamo essere stato un grande successo e che produce importanti ricavi per l’Erario. Noi aspiriamo a entrare nel sistema concessorio con la gara delle scommesse sportive prevista dalla Legge di Stabilità per il prossimo mese di settembre. Se la gara non ci sarà mi auguro che venga istituito un tavolo di lavoro per non far perdere allo Stato italiano la possibilità di annoverare tra le file dei concessionari autorizzati anche un soggetto importante come Stanley”. E’ quanto ha dichiarato Giovanni Garrisi, Group Chief Executive di Stanley, nel corso di una conferenza stampa nel corso di Enada Rimini. “Vogliamo preservare e proteggere il sistema concessorio, anche perché il benessere del settore è dovuto agli investimenti degli operatori. Siamo contrari a una gara che rinnovi tutto il sistema, che invece deve essere protetto e preservato, adeguato a regole europee, senza ingressi indiscriminati di operatori. In questo momento – ha proseguito Garrisi – lo Stato italiano sta riconsiderando il settore del gioco, soprattutto per quanto riguarda gli apparecchi da intrattenimento, ma la Stabilità 2017 prevede la gara scommesse entro il 30 settembre 2018 e non  vedo perché Stanley debba essere lasciata fuori dal sistema concessorio. Siamo disposti a pagare da subito anche l’imposta unica, purché non sia una sanzione. Il primo passo dovrà essere il riconoscimento di Stanley come operatore di mercato, seguito dal collegamento al totalizzatore nazionale e dal pagamento dell’imposta unica. Ritengo che oggi l’interesse di ADM e dei concessionari sia che la gara si faccia e che Stanley non venga esclusa. Se verrà fatta una gara, apriremo una sede operativa in Italia. Abbiamo una grande fiducia nella giustizia italiana, se perderemo pagheremo l’imposta unica, altrimenti no, anche se ritengo auspicabile una soluzione negoziabile. Voglio tuttavia che sia chiaro che non accetteremo alcun condono. Dimostreremo in Tribunale che quella tassa non era dovuta, in quanto una sanzione per impedire ai ctd di lavorare con noi. Tra l’altro la legge in questo caso è confessoria, in quanto dice  che si vuole scoraggiare i ctd a operare con Stanley, e questa è una discriminazione”. Il Chief Executive di Stanley si rivolge anche ai concessionari affermando che “se fossero qui resterebbero stupiti nel sentir dire da noi che il sistema concessorio va tutelato e difeso. Per questo motivo nei prossimi giorni li richiamerò all’unità attraverso una lettera che invierò loro”. Allo stesso tempo, si è parlato dei ricorsi sulle concessioni di Lotto e GrattaeVinci a Lottomatica. “Sul Lotto – ha precisato l’avvocato Fabio Ferraro – la controversia è se l’affidamento a Lottomatica sia legittimo o meno, si tratterebbe di mantenere un sistema monoproviding che di fatto esclude la concorrenza, mentre sul GrattaeVinci la causa sull’affidamento, impugnato da noi e da Sisal, pende davanti al giudice amministrativo, ma la situazione è più complessa in quanto non c’è stata alcuna gara, bensì si è deciso di rinnovare per 9 anni la concessione. Il contenzioso a nostro giudizio seguirà il percorso di quello del Lotto, fino alla Corte di Giustizia europea”.
Sull’imposta unica, l’avvocato Daniela Agnello ha ribadito che “il contenzioso è molto forte, in quanto l’imposta è legittimamente incostituzionale e in contrasto con il diritto UE. La Stabilità 2016 ha stabilito che l’imposta unica si calcola sulla differenza fra le somme giocate e le vincite del bookmaker, ma è dovuta anche dal ctd per un importo pari al triplo della raccolta media provinciale, una discriminazione quest’ultima che riguarda solamente Stanley”.

AGIMEG

Cosa significa e Come aprire un Punto Vendita Ricarica (PVR)

Cosa significa e Come aprire un Punto Vendita Ricarica (PVR).

 

Cosa significa e Come aprire un Punto Vendita Ricarica (PVR)Il Punto Vendita Ricarica (PVR) è un’attività che recluta giocatori per un sito di scommesse sportive tramite un’attività commerciale aperta al pubblico. Internet point, bar, tabacchi, edicole, sale giochi, sono tutte opportunità di lavoro alle quali e’ possibile affiancare il business delle scommesse. Che tu abbia un’attività già avviata o l’intenzione di aprirne una, la soluzione dell’affiliazione è un reale vantaggio commerciale di possibile aggiunta di utili. Tramite queste attività di Punto Vendita Ricariche (PVR) potrai attivare il tuo conto affiliato e aprire e ricaricare direttamente i tuoi giocatori, dando vita alla tua rete di scommettitori.

Dunque, per attivare un PVR basta avere già un attività commerciale aperta come ad esempio Bar, Edicola, Internet Point, Rivendita di Tabacchi, Sala Pubblica da Gioco, Circoli Privati, Vendita Gadget e Servizi, Centro Elaborazione Dati e/o comunque qualsiasi attività commerciale rivolta al pubblico.

 

Perché essere un PVR

Certamente, essere un PVR determina una serie di vantaggi specifici che il classico punto fisico di gioco non può avere ed in particolare:

  1. Nessun investimento iniziale poiché basta un semplice PC e una linea ADSL per dare il servizio e l assistenza al cliente;
  2. Immediata resa economica, perché il settore del gaming è tra le prime industrie mondiali ed in costante crescita quindi fra i tuoi clienti abituali troverai subito il massimo interesse. Inoltre essere un PVR significa fidelizzare ed aumentare il tuo portafoglio clienti;
  3. Offrire un servizio che ti fa guadagnare sempre anche durante gli orari di chiusura del tuo negozio. Il tuo cliente ha la possibilità di poter giocare in totale autonomia tramite il suo PC, Tablet o Telefonino ovunque si trovi ed a qualsiasi ora;
  4. Poter offrire al tuo cliente una ampia offerta di giochi tra scommesse sportive, casino, casino live, giochi virtuali e poker online;
  5. Nessun vincolo territoriale perché non si devono rispettare distanze minime ed è cosi possibile offrire il servizio anche in quei luoghi dove i le agenzie di scommesse non sono ammesse per legge;
  6. Nessun limite di distanza imposto dalle agenzie di scommesse;
  7. Nessun rischio finanziario perché il tuo cliente può effettuare versamenti e prelievi anche direttamente online riducendo quindi la necessità per il PVR di tenere grosse somme di denaro presso il punto vendita;
  8. Piani commissioni competitivi con liquidazione settimanale;
  9. Co-Branding aziendale, tramite l’ identificazione e la personalizzazione interna ed esterna della tua attività commerciale con grafiche dedicate;
  10. Crescita del proprio parco cliente anche tramite servizi di web marketing, superando le barriere del tuo quartiere e della tua città, tramite i link banner da condividere sulla tua pagina Web o sul tuo profilo social.

 

Come opera un PVR

Cosa significa e Come aprire un Punto Vendita Ricarica (PVR)

Svolgere la tua attività di PVR è estremamente facile, tramite il portale di gioco per l’utilizzo del quale ti vengono  fornite le credenziali di accesso username e password.

Accedendo al portale di gestione il PVR svolgi le seguenti attività:

  1. Aprire il conto gioco al tuo cliente;
  2. Effettua la ricarica del conto gioco cliente;
  3. Può liquidare il saldo del conto gioco cliente;
  4. Potrai offrire assistenza a quei clienti che dovessero avere difficoltà all’utilizzo del proprio conto gioco;
  5. Può far stampare al cliente il promemoria di giocata.

 

Cosa è lecito fare in un PVR

  1. Esporre il logo del concessionario di giochi pubblici per l’esterno (insegne,vetrofanie);
  2. Esporre il logo del concessionario di giochi pubblici all’interno dell’esercizio accompagnato da tabelle sul gioco responsabile, il divieto di gioco ai minori e le probabilità di vincita;
  3. Vendere ricariche per il conto di gioco;
  4. Assistere i clienti nella apertura del conto di gioco (acquisendo le informazioni anagrafiche e seguendo il cliente nelle diverse fasi della registrazione) senza mai sostituirsi al cliente:
  5. Fare vedere eventi sportivi in diretta;
  6. Poter prelevare credito dai conti giochi e pagare in contatti i prelievi,

 

Cosa non si può fare in un PVR

  1. Fare intermediazione, ossia:
    – accettare denaro per piazzare le scommesse: il passaggio di denaro avviene sempre e solo per l’acquisto di ricariche;
    – pagare le vincite: può solo avvenire il prelievo dal conto di gioco dell’utente mai il pagamento di una vincita;
  2. Vendere ricariche di conto di gioco a minori;
  3. Esporre scritte che richiamano alle vincite facili (gioca e vinci, giocare e’ bello, Vinci qui, etc.) o che parlano del prodotto (qui le quote migliori, scommetti qui, etc.); in generale esponete solo che scritte che vengono fornite sul sito oiamarketing.info;
  4. Mettere le parole “scommesse sportive” o qualunque altro gioco in insegne e vetrofanie;
  5. Mettere a disposizione computer abilitati ad operare solo con il sito di gioco;
  6. Mettere totem o dispositivi di qualunque natura atti a collegare qualunque gioco;
  7. Commercializzare o promuovere siti di gioco non dotati di licenza italiana (in questo caso si compie il reato di raccolta abusiva di scommesse con immediata chiusura dell’esercizio).

 

Requisiti richiesti dalla normativa vigente:

Per diventare un nostro Punto Vendita Ricariche in linea con la nuova normativa, è sufficiente essere titolari di Partita Iva e avere un esercizio commerciale.

 

Documentazione necessaria:

Per attivare un Punto Vendita Ricariche è necessario fornirci la seguente documentazione:
1. Contratto con il Concessionario;
2. Copia documento d’identità in corso di validità;
3. Copia codice fiscale o tessera sanitaria;
4. Attribuzione P.IVA;
5. Autocertificazioni carichi pendenti e casellario giudiziale.

 

La tecnologia necessaria:

Per l’attività di PVR occorre disporre della seguente tecnologia (visita il nostro negozio online):

 

1. linea internet ADSL flat.
2. n°1/2 personal computer per l’apertura del conto di gioco;
3. n°1 stampante multifunzione per fotocopiare o scansionare i documenti dei Clienti (consigliata);
4. n°1 stampante termica per la stampa dei promemoria scommessa (consigliata).

 

Il materiale fornito:

Per facilitare la promozione della piattaforma di gioco fornisce a ogni singolo Point un ricco kit marketing contenente dell’utilissimo materiale pubblicitario.

 

Per ulteriori informazioni e per procedere all’affiliazione come Punto Vendita Ricarica contattaci.

Metti un Mi Piace
Clicca e scopri la nostra offerta PVR
apri il tuo Punto Scommesse
Inviaci ora un messaggio!
Tasto contatto whatsapp AttivazioniGratuite.it
Blog e News
Commenti recenti
Archivi